Vai al contenuto principale
BlogConservazionePerché la vostra azienda ha bisogno di S3-Compatibile Object Storage

Perché la vostra azienda ha bisogno di S3-Compatibile Object Storage

S3 Object Storage compatibile con le esigenze aziendali

Il cloud storage moderno viene generalmente offerto in tre diversi tipi di soluzioni. Il primo tipo, quello generalmente più conosciuto, è l'archiviazione basata su file. L'archiviazione basata su file consiste semplicemente nell'archiviazione dei dati in file all'interno di una gerarchia su un supporto di memorizzazione. Negli ultimi anni si sono diffusi altri due tipi di archiviazione: l'archiviazione a blocchi e l'archiviazione a oggetti. Lo storage a blocchi gestisce i dati suddividendoli in pezzi più piccoli, o blocchi, all'interno dell'hardware. Lo storage a oggetti memorizza i dati come blob immutabili con metadati dettagliati e un identificatore unico in una struttura piatta.  

Tutti e tre i tipi di storage hanno i loro utilizzi ed è importante capire quale tipo di storage utilizzare e quando utilizzarlo nella propria applicazione. In questo post ci concentreremo sull'approfondimento della conoscenza dello storage a oggetti compatibile con S3 e sulla comprensione di quando sia la soluzione più appropriata da utilizzare nella vostra architettura.

Tipi di stoccaggio

L'archiviazione basata su file memorizza i dati come un singolo pezzo di informazione all'interno di una directory, cioè una cartella. Immaginate uno schedario pieno di cartelle organizzate in ordine alfabetico. Quando si desidera recuperare i dati relativi al proprio giardino, è sufficiente andare alla sezione "G" del proprio schedario. 

La memorizzazione a blocchi suddivide i dati in segmenti più piccoli, chiamati blocchi, e a ogni blocco di dati viene assegnato un identificatore unico per il recupero. L'archiviazione a blocchi è come prendere tutte le pagine di un libro e archiviarle in modo separato e non lineare. Quando si deve ricomporre il libro, lo si può fare in base al numero di pagina.

L'archiviazione a oggetti è una struttura piatta in cui i file vengono suddivisi in singole unità chiamate oggetti e a cui viene assegnato un identificatore univoco. L'archiviazione a oggetti è come l'utilizzo di parcheggiatori; le chiavi vengono memorizzate con le informazioni sulla posizione e questi dati possono essere utilizzati per recuperare un'auto dal parcheggio. La chiave è l'identificatore, la posizione è il metadato e l'oggetto è l'auto.

In primo luogo, è opportuno definire in modo più chiaro lo storage a oggetti da un punto di vista commerciale e tecnico. Dal punto di vista aziendale, lo storage a oggetti è un sistema di archiviazione dei dati progettato per essere massicciamente scalabile, durevole ed economico. Dal punto di vista tecnico, lo storage a oggetti raggiunge questo obiettivo memorizzando i dati come oggetti, disaccoppiando gli oggetti memorizzati da altre infrastrutture e consentendo l'accesso programmatico ai dati memorizzati tramite un'interfaccia basata su HTTP. Capire quando e perché utilizzare lo storage a oggetti nelle applicazioni può tradursi in un risparmio sia dal punto di vista operativo che da quello del budget.

Scaviamo un po' più a fondo per capire meglio cosa sia un oggetto in Object Storage. Che cosa significa quando diciamo che memorizziamo i dati come oggetti? L'archiviazione a oggetti è stata creata per gestire grandi quantità di dati non strutturati con metadati e indicizzazione associati. Quindi, un oggetto può essere definito come un dato memorizzato come blob o oggetto, i metadati che lo circondano e un identificatore unico per ogni oggetto. 

Nel cloud, tali oggetti sono memorizzati in strutture comunemente chiamate "bucket" e tutti gli oggetti sono direttamente accessibili tramite una richiesta HTTP. Ciò significa che tutti i dati possono essere accessibili in modo programmatico dai microservizi che compongono l'architettura, il che si traduce in un'enorme scalabilità delle applicazioni e in costi di archiviazione contenuti.

L'accesso ai dati tramite richieste HTTP è oggi uno dei principi fondamentali dei servizi di archiviazione a oggetti nel cloud. AWS è stato il pioniere dell'uso dell'archiviazione a oggetti nel cloud computing, creando il Simple Storage Service e un servizio di archiviazione associato. APIche è diventato noto come il servizio S3 API. Emulando le funzionalità del servizio S3 API è diventato lo standard di riferimento per l'implementazione dello storage a oggetti nel cloud.  

Linode ha costruito il suo servizio di archiviazione a oggetti utilizzando ceph object gateway, che fornisce la compatibilità con il modello di accesso di base di S3 API . Ciò significa che è possibile scrivere carichi di lavoro conformi a S3 per più cloud, utilizzando un sistema comune. API. In altre parole, i dati attualmente ospitati su Amazon S3Google Cloud Storage, Azure Blob Storage o Digital Ocean Spaces possono essere archiviati anche in Linode Object Storage senza dover cambiare l'interfaccia. Sfruttare uno standard comune API standard può aiutare l'azienda a massimizzare la propria strategia multi-cloud.

Ora che abbiamo compreso le differenze tra i vari tipi di storage e come un sistema compatibile con S3 API può fornire funzionalità multi-cloud, esaminiamo alcuni dei casi d'uso più comuni per incorporare lo storage a oggetti nell'architettura di produzione. Ricordiamo che lo storage a oggetti fornisce un'archiviazione massicciamente scalabile e conveniente per i dati non strutturati in un'ampia gamma di applicazioni e servizi. 

Casi d'uso:

Backups e Disaster Recovery: Lo storage a oggetti è la destinazione perfetta per i backup dell'organizzazione. Esiste una serie di servizi che sfruttano una strategia di backup che utilizza Linode Object Storage , tra cui SHIELD Cloud.

Nuvola SHIELD

Risorse statiche: Distribuire applicazioni web serverless utilizzando lo storage a oggetti compatibile conreact e S3. È possibile disaccoppiare le risorse statiche dall'architettura di calcolo, il che consente di ottenere scalabilità e riduzione dei costi di archiviazione, mantenendo un'elevata disponibilità. Lo storage a oggetti è un ottimo caso d'uso per i siti web statici che non richiedono un ambiente di calcolo.

Attività statiche

Data Warehousing: Memorizzate i dati non strutturati nello storage a oggetti per le vostre esigenze di data warehousing e data lake.

Magazzino dati

Conoscere i tipi di storage e applicarli in modo appropriato all'interno dell'organizzazione dovrebbe essere un componente fondamentale della strategia cloud. Lo storage a oggetti offre uno spazio di archiviazione cloud massicciamente scalabile e un'interfaccia comune per una strategia multi-cloud. Per saperne di più sugli usi più comuni, consultate i casi d'uso del cloud Object Storage .


Commenti

Lascia una risposta

Il vostro indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *