Vai al contenuto principale

Rutledge Daugette

Il mestiere del codice
Rutledge Daugette da TechRaptor

Un successo sfrenato: infrastruttura solida e performance affidabili al giusto prezzo



Tutti conosciamo, o abbiamo visto e sentito, storie di appassionati di tecnologia le cui passioni mettono radici, crescono e assumono una vita propria. Rutledge Daugette ha preso la sua passione per i giochi e l'ha trasformata in una società editoriale di successo.

Rutledge, laureato in programmazione di videogiochi, gestisce TechRaptor, un sito ricco di contenuti sul gioco e sul tabletop. Il suo team è cresciuto fino a comprendere 30 collaboratori, quattro scrittori a tempo pieno, un CTO, un caporedattore e un senior content manager. 

Nel 2013, Rutledge ha lanciato TechRaptor, allora un piccolo blog di tecnologia che condivideva pensieri personali e recensioni di giochi. Con la crescita dell'interesse e l'ingresso di amici nel team nei primi mesi, Rutledge è passato da Blogspot a un sito WordPress ospitato su InMotion. Rutledge si è presto reso conto che avrebbe dovuto aggiornare l'intero stack tecnologico di TechRaptor per supportare una crescita vertiginosa e tenere il passo con alcuni dei più grandi siti di giochi. 

Due anni dopo, TechRaptor è passato a Linode e ha costruito un'infrastruttura personalizzata per gestire fino a 700.000 pagine viste all'ora, se necessario. TechRaptor pubblica 15-20 articoli al giorno, 1-2 recensioni al giorno e la spina dorsale del sito è costituita da guide che aiutano i lettori a imparare giochi specifici. Rutledge si impegna a far crescere un marchio e una cultura di squadra che supera gli standard del settore per quanto riguarda la remunerazione degli scrittori da parte degli editori. 

Sebbene le entrate provengano da pubblicità mirate, Rutledge non vede TechRaptor come un'impresa per fare soldi. Ha anche un lavoro a tempo pieno come account manager tecnico senior che lavora con un portafoglio di clienti e li consiglia sulla strategia tecnica.

"È tutta una questione di squadra. Gli scrittori dell'industria dei videogiochi sono spesso vittime di burnout e la mia etica è quella di trattare i nostri scrittori con rispetto mentre costruiamo insieme questo marchio", ha dichiarato Rutledge. "Al di là del guadagno e della ricerca di SEO, siamo tutti concentrati sulla creazione di ottimi contenuti e di una fantastica esperienza utente".

1


TechRaptor su Linode

Le istanze di calcolo di TechRaptor sono gestite dal data center di Linode a Newark, nel New Jersey. Lo stack tecnologico del sito comprende UbuntuDrupal per il suo CMS, MariaDB e PHP-FPM. Con un tasso di risposta alla cache del 99,99%, TechRaptor non utilizza mai più del 30% dei suoi otto core, anche nei giorni di maggior traffico. TechRaptor ha una media di circa 1,5-2,5 milioni di pagine viste al mese, con il 45% del traffico del sito proveniente dagli Stati Uniti e il 5-20% dal Regno Unito, seguito da Francia, Germania e Australia. 

Da quando hanno scelto Linode per gestire TechRaptor, Rutledge e il suo team hanno sperimentato la costruzione di infrastrutture su DigitalOcean e OVHcloud. Rutledge ha affermato che nessun concorrente è in grado di eguagliare il numero di risorse dedicate ottenute da Linode a parità di prezzo. Linode è anche il migliore per quanto riguarda le capacità e le prestazioni della rete. 

Il team di TechRaptor ha scalato con le risorse di calcolo esistenti e non ha registrato alcun calo delle prestazioni. Linode permette loro di concentrarsi su quello che Rutledge considera l'elemento essenziale: il contenuto. TechRaptor è cresciuta del 45% in termini di pagine viste e ricavi nel 2022. Inoltre, ha registrato tempi di inattività minimi grazie alla risposta proattiva di Linode ai problemi hardware.

"Abbiamo creato un'infrastruttura eccellente su un singolo server con Linode", ha aggiunto Rutledge. "Siamo passati a un altro provider di cloud per provarlo e ce ne siamo pentiti quasi subito. Siamo tornati a Linode e da allora non ci siamo più guardati indietro. Mentre ci apprestiamo a potenziare la nostra infrastruttura per la crescita futura, non vediamo l'ora di lavorare con Linode e di scoprire quali altri servizi sono disponibili per aiutarci a continuare a scalare".

Condividi questo