Vai al contenuto principale
BlogPanoramica sul cloudPMI: Amare significa non dire mai che si è chiusi in casa

PMI: Amare significa non dire mai che si è chiusi in casa

L'amore significa non dire mai che sei bloccato

Il settore della tecnologia è pieno di opinionisti intelligenti e competenti. Ben Kepes è uno di loro, che ha centrato il triplice obiettivo. Il suo recente post sui costi e la complessità delle applicazioni basate sul cloud per le piccole imprese ha colpito nel segno. È un problema che sentiamo sempre più spesso quando le organizzazioni il cui business principale non è la tecnologia passano al cloud.

Ben è un appassionato di tecnologia, un sostenitore di lunga data del cloud e un sostenitore del fatto che la tecnologia consente alle piccole e medie imprese di muoversi velocemente e di competere con le aziende più grandi. Detto questo, ha anche un grosso problema con i fornitori di tecnologia "che ci hanno venduto l'idea che questi strumenti cloud risolveranno magicamente tutti i nostri problemi".

Mi immagino Ben che batte sul pulpito mentre spiega questo punto nel post: "Muoversi velocemente non significa che le piccole imprese debbano continuare a investire in un nuovo strumento ogni cinque minuti, non significa che debbano improvvisamente diventare ingegneri del software e certamente non significa che la loro spesa mensile per il software cresca improvvisamente in modo esponenziale". 

Predica!

Dovrebbe essere più semplice, un mantra che abbiamo radicato nella nostra filosofia aziendale da quando abbiamo fondato questa società nel 2003. Esistiamo per democratizzare il cloud computing, per renderlo semplice, economico e accessibile a tutti. Oggi, dopo 17 anni, siamo fedeli a questo impegno, che si manifesta in questi principi fondamentali su come crediamo che il cloud debba funzionare per le persone:

  1. Nessun vendor lock-in. L'infrastruttura Linode non è costruita su protocolli proprietari. In questo modo siete liberi di spostare le vostre applicazioni da un cloud all'altro senza dover cambiare strumenti e processi. In un settore in cui essere vincolati a grandi cloud proprietari ha un impatto reale sul budget e sul controllo, non è sufficiente dire di essere aperti. Bisogna essere realmente aperti.
  2. Un ampio API e un set di strumenti. Il nostro API supporta tutto, dalla creazione di Linodes all'apertura di ticket di assistenza. E potete usare gli strumenti che desiderate, come Terraform, per portare a termine il lavoro.
  3. Attenzione agli sviluppatori e alla comunità. A differenza di altri fornitori di cloud, supportiamo tutte le distro open source e non offriamo fork proprietari. Anche noi sviluppiamo in modo aperto: Il nostro manager, CLIe API sono tutti su Github e open source, e lavoriamo a fianco della comunità per migliorare il nostro software.

Come ha recentemente sottolineato Jamin Ball di Redpoint Ventures, secondo Morgan Stanley, solo il 25% dei carichi di lavoro viene attualmente eseguito nel cloud. Come per la crescita stessa di Internet, anche per il cloud siamo ancora agli albori. Le grandi imprese con risorse finanziarie, tecnologiche e umane hanno guidato l'innovazione e il successo che conosciamo oggi. Le piccole imprese svolgeranno un ruolo significativo nel guidare il prossimo 75%. Ma questo accadrà solo se gli strumenti e le infrastrutture di cui hanno bisogno saranno alla loro portata.


Commenti

Lascia una risposta

Il vostro indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *